• Mostra su Giulio Romano: Le visita alle mostre di San Benedetto Po e di palazzo Te sono risultate molto utili allo scopo prefissato, cioè alla collocazione del Folengo nella patria d’origine, sia dal punto di vista della formazione, sia sull’influenza che egli può aver avuto sulla cultura del suo tempo, in particolare sulle scelte artistiche del duca Federico I Gonzaga. Su questi argomenti verrà pubblicato un necessario approfondimento in Annali Cipadensi.

• Al Centro di Documentazione Folenghiana di Campese, sede storica della nostra Associazione, grazie alla collaborazione di giovani volontari, sono già terminati i lavori di adattamento degli spazi disponibili per la sistemazione del fondo folenghiano di Giorgio Bernardi Perini. Seguirà immediatamente, da lunedì 30 dicembre, il lavoro di catalogazione, di etichettatura e di sistemazione dei volumi ad opera di una giovane collaboratrice della ditta Gens Giulia del nostro associato Stefano Zulian. A seguire sistemeremo per la consultazione anche il Fondo Cordié, che già ha integrato l’emeroteca del famoso folenghista . L’elenco di tutto il materiale catalogato sarà visibile in internet, esclusivamente sul nostro sito www.teofilofolengo.org. Il materiale raccolto, ad un primo esame, è di straordinaria importanza. Come si può intuire, ai proff. Bernardi perini e Cordié pervenivano segnalazioni da tutto il mondo. Più magra del previsto è tuttavia la raccolta di tesi, che talvolta costituiscono materiale preziosissimo, in quanto si tratta di pregevoli e accurati lavori che assai difficilmente trovano la possibilità della stampa.

• Giornata della Merla. Si terrà il 26 gennaio il tradizionale gioco della Merla, sive macaronica exercitatio ludicra presso il Ristorante Terrazza Roma, all’Hotel Roma di Castelfranco. Alle ore 11 si terrà una breve illustrazione del tema della magia in Folengo. Letture di brani da parte di Marica Disegna. Il menu, attinto alla letteratura folenghiana, sarà a base di pesce. Durante il convivio avremo la possibilità di strabuzzare gli occhi alle “magie” di Roby Gordon, straordinario manipolatore di carte, étoile del Lido di Parigi. Egli ha riservato la sua giornata per noi, per sostenere l’Associazione. Prima del dessert faremo il gioco della Merla, nostra elaborazione del cinquecentesco “Gioco Romano” stampato dai Soliani di Modena e di quello remondiniano di fine ‘600. A ogni figura estratta corrisponde un verso folenghiano. La quota di partecipazione è di 40 €. Portate gli amici.

• Liceo Classico G.B. Brocchi, Bassano del Grappa. Prenderà avvio il giorno 8 gennaio 2020 il “Progetto Giovani Amici di Merlin Cocai”, dalle ore 11 alle ore 13 presso la sala della Biblioteca Tina Anselmi, che si trova presso la sede di Villa Fanzago (ex Istituto del Sacro Cuore), in Viale XI febbraio. L’accesso è consentito non solo agli studenti, ma anche agli associati che vorranno seguire le lezioni tenute da Massimo Caneva e Otello Fabris, con la partecipazone degli insegnanti prof. Sonia Rossi e Laura Dinale e interpretazioni di letture folenghiane da parte degli studenti stessi. Tuttavia si consiglia di trovare parcheggio nelle aree adiacenti, poiché non sarà possibile entrare nei recinti con l’auto. In tutto parteciperà un centinaio di ragazzi di 4 classi diverse. Il programma porta il titolo Nutella, Nutellae: ma non è macaronico. Approccio al Folengo. Esporrà biografia e opere del poeta, fra il 1517 e il 1526, evidenziando i suoi criteri linguistici, artistici, espressivi, sociali, religiosi, filosofici.

• Con la chiusura dell’anno dobbiamo invitare a regolarizzare la propria posizione associativa 2019 chi non l’avesse ancora fatto. La segreteria invierà nei prossimi giorni strenne e bollini a tutti coloro che hanno versato la quota (35 €) tramite bonifico.

• A tutti i più cordiali auguri per S. Silvestro e per l’anno nuovo, ricco di fermenti folenghiani . A presto. O. Fabris