Vi mando in allegato il programma predisposto dalla Scuola Normale Superiore di Pisa attraverso l’impegno del nostro associato Luca D’Onghia per un convegno di studi folenghiani in occasione del 500° del Liber Macaronices. Sono presenti i maggiori studiosi del momento, coloro che hanno fatto la storia della critica e dell’esegesi folenghiana degli ultimi 40 anni, oltre a un nutrito manipolo di promettenti “giovani leve”. Chi volesse partecipare è libero di farlo. L’accesso è aperto anche agli appassionati. Segnalo la significativa conclusione del Convegno, che verte sul “passato, presente e futuro dell’Associazione”.

Ottimo esito ha avuto ieri alla Biblioteca di Bassano del Grappa la presentazione della mostra per i 500 anni del Liber macaronices. Siamo grati alla Direzione per la bella collaborazione. Il Consiglio Direttivo programmerà visite guidate per Associazioni Culturali e Scuole. La mostra rimane aperta fino all’8 gennaio, con possibilità d’inserire altri incontri tematici allo studio.

Ringrazio l’amico giornalista Toni Trentin che ha pubblicato un suo intervento sulla mostra: http://www.viaggiegusti.it/dove-quando/all8-gennaio-liber-macaronices-merlin-cocai-alla-biblioteca-bassano-vi/. Ringrazio anche il Giornale di Vicenza e Bassanoweek per gli spazi dedicati all’iniziativa.

Il prossimo appuntamento sociale –aperto al pubblico- è proposto per domenica 3 Dicembre presso il Castello Superiore di Marostica, ore 11. Sarà il nostro incontro di Natale e verranno distribuiti, tramite il “Gioco della Merla” i doni di alcuni nostri sponsors, che ringraziamo sin d’ora. Il menu predisposto da Giancarlo Adretta mira a portare i commensali tra i sapori della regione renana, nelle memorie di re Carlo. Il convivio sarà accompagnato da una magnifica selezione di birre artigianali. I tradizionalisti potranno scegliere, in alternativa, i loro consueti vini. La saga di Corlomagno, di Orlando e dei paladini sarà evocata da Guancarlo con una sua relazione sul tema “
L’Innamoramento di Milon e Berta” , che sono i genitori del piccolo Orlandino, nella narrazione del Folengo.

Ricordo ai Soci che non frequentano le conviviali che la Campagna Associativa 2018 si è aperta il 4 settembre. Solo due Amici hanno provveduto a versare il bonifico per il rinnovo dell’iscrizione. Lontano dagli occhi lontano dal cuore? Raccomando sempre la frequentazione ed anche la partecipazione alla vita dell’Associazione, che ha senso solo se c’è gente interessata a partecipare al nostro progetto associativo. La quota è di soli 35 Euro ! equivalenti a un caffè ogni 10 giorni! Ricordo l’IBAN: Volksbank-Banca Popolare dell’Alto Adige ( Filiale di S. Eusebio).

Coordinate bancarie internazionali (IBAN): IT 43 L058 5660 1611 6957 0000 462.
Codice BIC ( versamenti dall’estero) : BPAAIT2B

Gli statuti associativi prevedono per i soci morosi (ammontano quest’anno a 1/3 degli iscritti!) la radiazione dal Libro Soci. E’ un provvedimento che non voglio prendere: la nostra funzione è di fare divulgazione, non business e quindi seguiamo il criterio di continuare a inviare le informative anche ad associati che non pagano la quota da anni. Tuttavia non vorremmo essere importuni, per cui prego chi non fosse più interessato -per svariati motivi- a seguire le nostre attività a darne comunicazione. E’ questione anche di rispetto nei confronti di chi rimane in Associazione, lavorando volontariamente e generosamente. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i collaboratori, ad ogni livello.

Il 31 Dicembre si chiude l’anno sociale 2017 e decadono tutte le cariche dell’Associazione, come era stato stabilito nell’Assemblea dei soci di primavera. Era stata votata anche un’ipotesi di riforma dello Statuto, per la quale però a tutt’oggi non è maturata alcuna ipotesi. Il nuovo Direttivo continuerà perciò a lavorare secondo il vecchio ordinamento. Ovviamente c’è estremo bisogno di persone che diano la loro disponibilità a porre parte delle loro attenzioni alla vita dell’Associazione, che ha già dovuto soprassedere a molteplici iniziative già avviate.

Locandina_Folengo_stampa